«Jimbo» e il mio primo giorno da operatore sociale