Lusso, lingotti e libri: la ricetta di Singapore