La vita possibile, tre domande per Alessandra Sarchi

Roberto Galofaro