«13 Reasons Why», Blue Whale e l’apologia della fragilità

Cosimo Monari