«Chikara», racconti greenpunk tra Giappone e il potere della Natura

Redazione

Questo pezzo di Josep Oliver è uscito su Papel en blanco ed è stato tradotto e arricchito dalla Redazione di Altri Animali.

La casa editrice Taketombo Books ha pubblicato in Spagna Chikara. Il potere della natura, la prima raccolta di racconti fantastici di genere greenpunk. Il volume, curato da Giny Valrís e Josué Ramos, è composto di nove storie che mostrano le diverse sfaccettature della letteratura che centra il proprio sguardo sul Giappone, il fantasy e la fantascienza a carattere ecologista.

Il greenpunk si contamina con lo steampunk assumendo una presa di coscienza circa l’ambiente e viene rappresentato con la filosofia del «Do It Yourself». Inoltre le narrazioni hanno molti punti in comune con le atmosfere e la sensibilità dei film di Miyazaki.

📌Cos’è lo steampunk, genere di derivazione del greenpunk?

Nato a cavallo fra gli anni Ottanta e Novanta, lo steampunk è un movimento artistico e culturale che ha come precursori letterari il Jules Verne di Ventimila leghe sotto i mari e H. G. Wells. Tra i suoi capolavori La macchina della realtà (1990), di William Gibson e Bruce Sterling, romanzo in cui il protagonista Charles Babbage nel 1885 inventa un computer meccanico, che funziona senza elettricità.

Lo steampunk (steam significa vapore, fonte energetica tipica della Rivoluzione industriale) gioca con anacronismi e tecnologie, immaginando «come sarebbe il passato se il futuro fosse accaduto prima». La Londra vittoriana è l’ambientazione favorita dagli autori steampunk, che popolano la città di automobili a vapore e computer con tastiere in ottone e cuoio.

Fonte: Focus

 

L’impostazione di una situazione post-apocalittica derivata dall’inquinamento e la cattiva gestione delle risorse naturali è il filo conduttore del greenpunk, un genere che, nonostante le similitudini con lo steampunk, al posto di carbone e vapore presenta tecnologie perfettamente in armonia con la natura.

Questo perché il greenpunk immagina che i superstiti di un mondo distrutto dall’apocalisse reinventino l’antica cultura del consumo e la convertano in una nuova civilizzazione rispettosa del mondo che li circonda. È ancora la filosofia del faidaté a farla da padrona attraverso la valorizzazione degli strumenti che il mondo iperconsumista pre-apocalittico considerava obsoleti e inutili. Non si tratta solo di un genere letterario, quindi, ma di un vero e proprio movimento di controcultura, anticapitalista, mirato al recupero delle capacità artigianali dell’individuo e finalizzato a un cambio radicale del sistema verso una simbiosi perfetta tra natura e uomo.

Questo libro raccoglie undici autori, ognuno dei quali contribuisce col proprio punto di vista sulla forza e l’autorità, il potere dell’immaginazione, l’amore e il futuro. Le illustrazioni di ciascun racconto sono in carico alle gemelle valenziane Kabuki 56, responsabili anche di Generetion Gap, sempre della Taketombo Books.

📌Cosa vuol dire «Chikara»?

È una parola giapponese che significa forza, potenza, desiderare intensamente

Questo è il carattere giapponese corrispondente:

chikara

 

 

Chikara si apre con la short story di Daniel G.Castro in cui l’amore e la natura affrontano un tipo di civiltà egoista; Isabella Hierro e Javi Araguz, in un racconto a quattro mani, rievocano le atmosfere degli anime giapponesi; Santiago García-Clairac critica l’uso della tecnologia in una storia ambientata in un Giappone non così distante dalla realtà attuale; Óscar Navas, Covadonga González-Pola Jaquete e Gloria T. Dauden esplorano le leggende di un Giappone immaginario sulla base di un’estetica marcatamente ecologista; Sachiko Ishikawa porta il lettore lontanto dal pianeta Terra per condurlo, a secoli di distanza, in un Giappone che nessuno potrebbe immaginare oggi; Roberto Marquino firma la narrazione più personale del volume con una fantastoria in forma biografica e poetica; Josué Ramos e Giny Valrís chiudono il cerchio con un racconto ambientato su un fondale marino fantastico, contraddistinto dall’armonia tra uomo, animali e natura.