«La rivoluzione» di Sara Gambolati

L’illuminazione pubblica si era appena spenta e il sole cominciava a sbadigliare, quando l’autista diede un colpetto di gomito alla coordinatrice a significare che stavano procedendo secondo tabella e che lei dormiva a bocca spalancata. La Citroen della federazione, di quelle azzurre con tre file di sedili, lasciò la strada provinciale e, sul sedile di […]