Secondo inserto narrativo

Stefano Riccesi

Hanno mantelli di pelle di montone e nessuna maschera ma volti nientificati dalla fiamma, sfigurati nel dolore, come richiesto dalla loro iniziazione.

Sono tre, perché il quarto posto è riservato all’Assenza.

Al centro della croce Lei che è Lui, il primo nato con corna di cervo, sia maschio che femmina.

Sono stati condotti lì dall’interpretazione delle tracce lasciate dal branco.
L’ipotesi mantica si è rivelata esatta.

Non resta che trovare il seno che nutrirà Lei che è Lui, che adesso dorme, che non sa, che non ha bisogno di sapere né lo avrà mai.

La conoscenza a venire sarà fatta di canzoni impossibili da decifrare, tante quanti sono i battiti che può compiere il cuore nel tempo dell’alba più breve.

Silvia De Giorgi_ Organ I_ Landscape Pieces

Silvia De Giorgi, «Organ I», Landscape Pieces