«La mano» di Antonella Lucchini

La mano giaceva lì, a poca distanza dai miei piedi, strappata poco sopra il polso. Teneva stretta una Barbie intatta. Come reporter di guerra avevo masticato il suolo di migliaia di inferni, visto brandelli di corpi, recisi nelle maniere più impensabili. Ma quella mano piccola, che guardava dal basso i palazzi scheletriti di Aleppo est, […]