Su «Bestiario» di Julio Cortázar

Danilo Soscia

L’avvento di Gregor Samsa tra le divinità sotterranee della contemporaneità ha mutato per sempre il segno delle cose e il corso della mia vita. Se la letteratura è anche memoria degli accadimenti personali, ciò che ancora galleggia sul filo del ricordo a proposito della famiglia Samsa è la sensazione di un perenne, isterico formicolare. Ma […]