Solidi in un cielo lontano: note sulla mostra «Solidi. Archeologia dell’avvenire»

Giusi Palomba