Del Giudice: il discepolo di Calvino con la short story nel dna

Era il 1997 quando ho letto i racconti di Mania, di Daniele Del Giudice, appena usciti per Einaudi. Li avevo trovati prodigiosi e istintivamente ho pensato che fossero ai vertici di quanto la letteratura italiana stesse producendo in quel momento. Avevo ventisei anni, e il mio parere era parziale e simpaticamente gretto. Erano i tempi […]