Virginia Woolf non è il suicidio, Liliana Rampello smaschera il luogo comune sull’autrice

Sara Valente

Spesso Virginia Woolf è stata letta e studiata attraverso la lente del suo suicidio. Addirittura diversi critici si sono preoccupati di discutere del suo presunto disturbo mentale, relegando così la sua figura di scrittrice – ma soprattutto di donna – sotto l’ascia della depressione e del bipolarismo. Minimizzare però la sua cifra letteraria nonché la […]